Roma, 3 agosto 2016 - Adesso la parola spetta al  sindaco di Ardea, al comandante della Polizia Locale, ai carabinieri di Ardea, all'ASL servizio veterinario e al Nucleo Investigativo Reati Danno Animali. Perché è a loro che è stata inviata una lettera-esposto con allegato un video, pubblicato su Facebook, che testimonia - secondo il Nucleo operativo italiano tutela animali (Noita) - lo stato di sofferenza di un elefante di un circo in questi giorni attendato nell'area di Ardea, nel Lazio.
Il video è stato pubblicato dall’associazione “SHINT”.
 

Il Noita, nell'esposto chiede "agli organi citati di procedere con la massima urgenza alla verifica delle condizioni di detenzione dell’animale, nonché delle condizioni di salute dello stesso ed a procedere al sequestro preventivo dello stesso qualora dovessero risultare ipotesi di reato ai sensi degli artt. 727 comma 2 e 544- ter del c.p al fine di evitare il protrarsi del reato o che venga portato ad ulteriori conseguenze".  "Considerato inoltre - si legge ancora nel documento - che è interesse diretto ed attuale quello dell’associazione NOITA Onlus di assumere contezza delle pratiche amministrative riguardanti il circo attualmente attendato nel comune di Ardea, vertendo nel campo delle proprie finalità statutarie di tutela degli animali, oltre che di ricerca di un rapporto corretto con le Istituzioni volto agarantire il rispetto dei diritti degli animali attraverso la puntuale applicazione delle norme di legge, chiede inoltre al sindaco di Ardea ed al comandante della Polizia Locale di trasmettere alla scrivente associazione entro e non oltre il termine di 30 giorni, tutti gli atti riguardanti il circo attendato attualmente nel comune di competenza ai sensi della Legge 241/90 (accesso agli atti)".

 

 

 

FONTE: http://www.quotidiano.net/animali/animali-circo-noita-1.2400717